Scopo degli esercizi di Core Stability è quello di consentire al soggetto un adeguato controllo motorio e, conseguentemente, mantenere una corretta postura del “Core”, il complesso muscolare pelvi-schiena-anche, una zona fondamentale per lo svolgimento delle attività sportive, ma anche di molte attività del vivere quotidiano.

È necessario far chiarezza prima di tutto su cosa si intenda per stabilità del  ‘Core’.

I muscoli possono essere divisi in: agonisti, antagonisti e stabilizzatori in base al movimento che viene eseguito in seguito alla loro azione. I muscoli agonisti sono i principali responsabili di quel determinato movimento.

Gli antagonisti sono i muscoli che con la loro azione si oppongono o frenano quel movimento. I muscoli stabilizzatori a loro volta sono divisi invece in: neutralizzatori e fissatori. I neutralizzatori hanno il compito di neutralizzare movimenti accessori di altri gruppi muscolari.
I fissatori invece “bloccano” i segmenti ossei su cui i muscoli agonisti originano o su cui vanno ad agire, permettendo a quest’ ultimi di sviluppare la loro tensione muscolare nel modo più efficace.
I muscoli del corsetto addominale, oltre a svolgere la loro funzione come muscoli agonisti e antagonisti, hanno un ruolo per lo più come fissatori. In altre parole evitano che l’ azione di gruppi muscolari che originano o si inseriscono sul bacino e sul tronco (e sono abbastanza) sia compromessa da un loro movimento che li porterebbe in una posizione biomeccanica sfavorevole.

Allenare la CORE STABILITY significa migliorare la capacità del nostro corsetto addominale (composto da retto addominale, muscoli obliqui esterni e interni, muscolo trasverso, quadrato dei lombi ed erettori spinali) di rispondere a stimoli che tendono a far perdere la posizione biomeccanica più efficace ai muscoli che si trovano distalmente al CORE.

Cercando di semplificare il concetto riporto questa frase di Hatfield: “you cannot fire a cannon from a canoe”, ovvero  –non puoi sparare con un cannone da una canoa–, perchè gran parte dell’ energia viene dispersa a causa dello spostamento della canoa al momento dello sparo, e questo è quello che accade quando il nostro CORE non lavora o non è sviluppato nel modo più corretto. Immaginiamoci di dare un calcio al pallone: il nostro quadricipite e flessori d’ anca (“i cannoni”) non potranno sviluppare totalmente la loro forza se durante la loro contrazione parte di questa viene assorbita da un movimento (non desiderato) del bacino. Un corsetto addominale forte invece si opporrà a questo movimento incanalando la forza dei muscoli agonisti nel solo movimento necessario.

Per cui quando alleni il tuo CORE cerca di creare stimoli che producano forze destabilizzanti sul bacino e sul tronco e focalizza l’ obbiettivo di mantenerli fissi durante qualsiasi movimento.

Ecco tre esercizi che, SE BEN ESEGUITI, ti aiutano a raggiungere una buona Core Stability